venerdì 17 giugno 2011

La festa dei 40 anni di coach Gio Mondino!!!

Dopo una stagione vissuta da assoluti protagonisti i Gators, temibili in campo, si sono dimostrati imbattibili a tavola. L’occasione è delle più ghiotte: il compleanno di Giò Mondino, condottiero degli Alligatori per tutto il campionato.
Assieme alla ricorrenza dei 40 anni (tutt’altro che dimostrati) del coach, la serata è stata caratterizzata da una parallela festa di tutta la società del B.C. Cavallermaggiore, nella prima vera serata di relax dopo le fatiche cestistiche. Lo scenario che ha ospitato questa magnifica cena e che ha contribuito a renderla spettacolare è stata la versione estiva del Lord Byron pub, nella bellissima location della piscina della Gran Baita.
Qualche scroscio di pioggia non è riuscito a guastare l’atmosfera bucolica di tutto il gruppo. Dopo essersi riuniti tutti, giocatori, dirigenti, simpatizzanti, famigliari, amici e parenti presso la struttura, hanno avuto inizio gli aperitivi a buffet. Un ampio range di scelte è stato sufficiente a rispondere ai gusti dei partecipanti. Il momento topico di inizio serata è stato, manco a dirlo, l’arrivo del festeggiato, accolto da cori e ovazioni da brivido.
Non appena si è diffuso il profumo intrigante e appetitoso della carne alla brace, tutti si sono precipitati a tavola. I più rapidi ovviamente sono stati i giocatori, dimostrando la bontà del lavoro fatto dal preparatore atletico Millo. Costine, braciole, salsicce si sono alternate in maniera continua e quasi infinita. Ai fornelli eccezionale performance di Federico Campana, coadiuvato da Luca e Charles del bar Piazza Vecchia.
Terminata la prima parte della cena, il Presidente Nasari, tra un augurio e l’altro, ha fatto il punto della stagione, ringraziando tutti coloro che, in diversi modi, hanno contribuito al grande successo della squadra. Le parole del Presidente/Allenatore sono state continuamente interrotte da una folla in delirio per il suo operato e per quello del team.
La festa Gators tuttavia costituiva solo la cornice perché, come detto, il protagonista è stato Giò Mondino, che ha organizzato la serata e garantito cibi e bevande in quantità. L’atmosfera eccezionale, ricca di scherzi, battute, perle di saggezza del poetico Bertaina e scambi di complimenti ha reso onore all’importanza di questa occasione.
Giunti al dolce, il coach ha tenuto un discorso di ringraziamento per coloro che hanno partecipato alla serata e per quelli che si sono adoperati in cucina e nella sistemazione di tavoli, sedie e quant’altro.
Dopo le sue commoventi affermazioni di affetto nei confronti degli Alligatori, ha ricevuto un meritato regalo da parte di tutta la società, assieme agli auguri di compleanno, ma, soprattutto, nell’auspicio che il sodalizio con i Gators continui per altre esaltanti stagioni.
--
Marco Dalmasso

1 commento:

  1. Oh ma che bella serata...Oh ma che bella festa..

    RispondiElimina